Home News Musk mette il turbo al Dogecoin

Musk mette il turbo al Dogecoin

24
0
Elon Musk

Il dogecoin ha scalato posizioni e ora si propone come quarta criptovaluta con la maggior valutazione dopo che il ceo di Tesla, Elon Musk, la seconda persona più ricca al mondo, ha chiesto ai follower di Twitter se la società debba accettarla come pagamento per i suoi veicoli. Una mossa che potrebbe legittimare l’asset altamente volatile della criptovaluta e ripristinare part edel valore che aveva perso in precedenza.

L’iniziativa di Musk

L\'articolo è offerto da

Nel giro di un’ora, il tweet del miliardario ha raccolto oltre un milione di risposte, con quasi l’80% delle persone a favore dell’ipotesi prospettata  nel sondaggio.

Immediatamente, il prezzo del dogecoin è salito di quasi il 14% a circa 53 centesimi, anche se ancora sotto rispetto al massimo storico di 73 centesimi.

  • Il rally ha portato la capitalizzazione di mercato di dogecoin oltre $ 68 miliardi, superando XRP come quarta criptovaluta con la maggior valutazione.

BACKGROUND

L’attesissima apparizione di Musk al Saturday Night Live ha suscitato l’interesse legato ai dogecoin, provocando un rally di una settimana  che l’ha portata a nuovi massimi storici di oltre 70 centesimi a moneta. Il miliardario è uno dei suoi fautori di più alto profilo riguardo anche altre criptovalute, benché abbia esortato, a suo tempo,  le persone a investire con grande cautela  poiché è ancora un asset class speculativa.

Il valore di dogecoin è crollato del 40% dopo la performance di Musk che esortava  alla prudenza. Il token, come si può facilmente comprendere,  è volatile e altamente reattivo alle azioni di Musk come dimostra il fatto che alcuni dei più grandi picchi siano arrivati dopo che dogecoin o altre criptovalute siano state menzionate da Elon Musk su Twitter, spesso accompagnato da meme.

Ancora Musk

Il bitcoin è salito a un nuovo massimo storico a marzo dopo che Elon Musk ha affermato  che la moneta digitale potrebbe ora essere utilizzata per acquistare veicoli Tesla. Una mossa attesa che era stata già anticipata quando Tesla ha rivelato di aver investito 1,5 miliardi di dollari  nel controverso asset delle valute vituali ed è un segnale di fiducia che potrebbe avvicinare il bitcoin all’uso tradizionale.

Dopo anni di esitazione, le principali istituzioni stanno ora abbracciando le criptovalute, se non altro per soddisfare la domanda dei clienti.

(Fonte Forbes)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui