Home Economia Crisi del settore Turismo: gli impegni del Ministro

Crisi del settore Turismo: gli impegni del Ministro

178
0

Il Ministro dei Beni Culturali e del Turismo, Dario Franceschini, ha annunciato una serie di misure mirate per contrastare l’emergenza della crisi economica provocata dalla pandemia del Covid-19.

Tutte le restrizioni che attualmente sono in vigore non consentono di poter confidare in una ripresa rapida del settore turismo, soprattutto per le Regioni a vocazione tipicamente turistica come Campania – Calabria – Sardegna – Sicilia. La filiera del turismo nelle Regioni meridionali rischia davvero tanto se non ci sarà una collaborazione effettiva con il MIBACT. Occorre che il Ministro Franceschini e il Sottosegretario Bonaccorsi ascoltino le richieste e le proposte delle tante Associazioni di categoria.

L\'articolo è offerto da

“Turismo, infatti, non vuol dire solo alberghi, ristoranti, case vacanze e stabilimenti balneari,” – precisa il Presidente della Confederazione PMI Tommaso Cerciello. “Ci sono anche tante altre e importanti realtà collegate, come le lavanderie industriali, le società di servizi, le pulizie, i tessili, gli operatori del turismo e del commercio; tutte queste realtà contribuiscono alla composizione del Prodotto Interno Lordo. Occorrono assolutamente le sospensioni dei pagamenti di tutte le tasse e delle imposte per i prossimi mesi, ed una immediata immissione di liquidità, anche a fondo perduto, per le perdite di fatturato; è altresì necessario sostituire  o aiutare le banche per erogare con le autocertificazioni delle aziende in crisi.” “Diversamente” continua il Presidente Tommaso Cerciello, “sarà difficile che il settore Turismo si possa riprendere entro un paio di anni, in considerazione anche della recessione economica italiana ed europea.”

Vincenzo Rochira

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui